Infotrentino

(4) Strutture ricettive

Santuario della Madonna delle Laste

Il Santuario si erge sulla collina di Trento e fu costruito per custodire un venerato affresco cinquecentesco raffigurante la Madonna

La chiesa di un sobrio barocco, fu eretta per custodire la Madonna delle Laste, immagine molto venerata, dipinta a fresco da ignoto verso la metà del Cinquecento, in un capitello sulla via di Cognola.

La leggenda vuole che la icona sia stata sfregiata; perciò fu trasportata, con un pezzo di muro, da 40 uomini di Cognola nell'abside del nuovo tempio (1618). Nel 1644 vi sorse a lato, sulla viva roccia, il convento dei Carmelitani Scalzi, a spese di Mattia Galasso, condottiero degli eserciti imperiali durante la guerra dei Trent'anni, che al convento donò molti oggetti tolti dalla reggia dei Gonzaga durante il sacco di Mantova e in seguito andati dispersi. Gli orti del convento, favoriti da un clima mite, erano celebri per le loro grandi spalliere di rosmarino. I Frati producevano "l'acqua di melissa". Gli alambicchi furono smontati con la secolarizzazione del convento.

Soppresso nel 1810, ridotto a istituto di ostetricia, a caserma, ad abitazioni, devastato e semicadente, il monastero fu ricostruito fra il 1959 e il 1962 dai Carmelitani che erano tornati alle Laste nel 1941 (inaugurazione 30 settembre 1962). La chiesa è visitabile tutto l’anno, ma è necessario prendere contatto con un padre confessore.
Via Laste, 26. 

 

Giudizi

Tags

I tuoi preferiti  
cancella tutti