Infotrentino

(203) Strutture ricettive

Alta Valsugana

Sin dall'antichità importante area di transito tra la pianura veneta e la Valle dell'Adige, l'Alta Valsugana ci appare come un'ampia vallata solcata dal fiume Brenta, il corso d'acqua che sorge dai laghi di Levico e Caldonazzo

1690_150_1163.jpgL'Alta Valsugana comprende il territorio che si estende dall'abitato di Roncegno Terme, importante stazione di cura vocata soprattutto alle terapie naturali, fino alla Valle dei Mòcheni.
La principale caratteristica della zona è costituita dalla presenza di due grandi laghi, il Lago di Caldonazzo e il Lago di Levico, separati tra loro dal Colle di Tenna, che danno origine al fiume Brenta.
Proprio la presenza di questi laghi, oltre ad influenzare positivamente il clima, che è notevolmente più mite, ha determinato un consistente sviluppo turistico, che a Levico affonda le proprie origini addirittura nel XIX secolo, quando la località iniziò a divenire una rinomata stazione per le cure termali, conosciuta dalla nobiltà e borghesia di tutta la Mitteleuropa.
Dalla montagna di Vetriolo, nei pressi di Levico, sgorgano infatti sorgenti di acqua con  incredibili proprietà curative.

Agli amanti della vacanza attiva e sportiva il Lago di Caldonazzo propone il nuoto, la pesca e la vela, mentre dal Colle di Tenna si possono godere splendide panoramiche sul lago magari percorrendo tonificanti passeggiate tra i boschi.

I tuoi preferiti  
cancella tutti