Infotrentino

(203) Strutture ricettive

Gastronomia

Valli Giudicarie

Il regno delle malghe alpine, dei funghi e della pregiata farina gialla di Storo.

3214_150_AF0640folclore.jpgLe Giudicarie sono senz’altro il regno delle malghe alpine, dei funghi e di una particolare farina da polenta, che qui è ottenuta con una varietà di grano “marano” coltivato nella Valle di Storo. In alcune malghe si prepara ancora la polenta carbonera, un impasto di farina gialla, sale, burro, salame e formaggi dal gusto davvero unico, che in estate dà vita ad un percorso enogastronomico itinerante nei vari paesi: in grandi paioli si prepara la polenta carbonera che viene servita poi ai presenti ed innaffiata con abbondante vino.

Numerosi sono inoltre gli insaccati ricavati dalle carni di maiale, di cui non si butta via nulla, nemmeno il sangue, usato per confezionare insaccati da consumare bolliti o come ingrediente per un particolare tipo di piccoli canederli, che vengono serviti asciutti con burro fuso aromatizzato con salvia; inoltre, il lardo e la pancetta leggermente affumicati, gustosissimi, da assaggiare semplicemente tagliati a dadini, o a fette sottili con una leggera aggiunta di sale e pepe.

Altra tipica delizia del luogo è il “radicchio di Orso”, ovvero la Cicerbita alpina, un’erba verde e rosa molto simile agli asparagi che cresce nei pascoli sopra Roncone e nella Val Daone, e che si prepara cotta, come contorno.

Curiosità
In questo angolo di Trentino esistono ancora alcuni contadini che, quasi per hobby ormai, portano avanti un’arte molto antica, quella del produrre la “legna carbonizzata”, ricavata solo da certi tipi di legna adeguatamente stagionata, che mantiene vivo il fuoco del “poiàt” (carbonaia) e dà alle grigliate un sapore davvero unico ed inconfondibile.
 

I tuoi preferiti  
cancella tutti