Infotrentino

(7) Strutture ricettive

La Valle dell'Adige e la sua cultura

Un'importante posizione strategica sul fiume Adige che collega l'area mediterranea con quella mitteleuropea

3463_150_ST0815architetturaD.jpgPer la sua natura pianeggiante e per la presenza del fiume, la Valle dell’Adige ha da sempre costituito la naturale via di collegamento tra nord e sud Europa. L’ambito turistico comprende Trento, capoluogo di provincia, il sovrastante Monte Bondone e la Piana Rotaliana, area a nord di Trento compresa tra gli abitati di Mezzolombardo, Mezzocorona e San Michele all’Adige. Goethe definì questa zona, particolarmente fertile, “il più bel giardino vitato d’Europa”. Infatti, la coltivazione della vite trova qui una lunghissima tradizione di assoluta qualità: tra i vini spicca il Teroldego rotaliano, uno dei prodotti vinicoli autoctoni del Trentino.
Accanto al caratteristico panorama della valle coltivata a vite, la zona offre anche importanti testimonianze storiche: il Palazzo Firmian, il Castello di San Gottardo nei pressi di Mezzocorona, il Castello di Monreale e il Convento agostiniano a San Michele all’Adige. Quest’ultimo ospita il prestigioso Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina. L'Ecomuseo dell'Argentario riscopre il Monte Calisio e le sue miniere d'argento che tra il XII e il XV secolo hanno reso quest'area il più importante distretto minerario del Principato vescovile di Trento.

La città di Trento reca inconfondibili tracce del confronto tra le culture nordica e latina, nel suggestivo alternarsi di testimonianze di arte e architettura, romanica, gotica, rinascimentale e barocca. Sede di numerosi musei, offre iniziative culturali di ottimo livello e talora di richiamo internazionale.

I tuoi preferiti  
cancella tutti