Infotrentino

(2) Strutture ricettive

Valle di Primiero e la sua cultura

Il fascino di antichi centri storici e una radicata tradizione dell'ospitalità

Località di montagna ma ricche di storia e di tracce antiche che si ritrovano nelle numerose chiese, nelle belle case e nei palazzi.

Il nome San Martino di Castrozza deriva dall’ospizio e dal Monastero dedicato ai Santi Martino e Giuliano, fondato intorno all’anno Mille. In questo periodo infatti gli ospizi venivano costruiti ed affidati a corporazioni religiose, affichè accogliessero i viaggiatori che percorrevano le vie di comunicazione attraverso le Alpi. Dei monaci di San Martino di Castrozza si perdono le tracce attorno all’anno 1418 e non si conoscono le cause della loro partenza.
Stazione frequentata fin dall'Ottocento da teste coronate e dagli alpinisti esploratori attratti dal fascino delle Pale di San Martino. La località ben presto divenne una rinomata stazione turistica.
Nell'ampia valle del Primiero si susseguono centri storici ricchi del fascino di una storia che dura da molti secoli. A Fiera di Primiero è possibile visitare il Palazzo delle Miniere, nel quale è allestito un piccolo museo etnografico.
Nel Vanoi è stato costituito l'Ecomuseo del Vanoi, che comprende, tra l'altro, il Sentiero etnografico del Vanoi (Caoria). Interessante una visita alla Mostra arti e mestieri a Caoria.

 

 

I tuoi preferiti  
cancella tutti