Infotrentino

(27) Strutture ricettive

RIVA DEL GARDA

L’OASI TRA LE MONTAGNE

Riva del Garda è situata nell'angolo nord occidentale del lago di Garda, sul lato ovest si erge il monte Rocchetta, mentre sul lato est sorge il monte Baldo, entrambi si specchiano nelle sue profonde acque blu.

Riva del GardaPer quanto riguarda le origini di Riva del Garda possiamo sicuramente dire che qui vi abitò una colonia di romani, come si può vedere dai numerosi ritrovamenti archeologici nella zona di San Martino, nei pressi della frazione di Campi.
E’ stata dominata anche da Scaligeri, Visconti e Veneziani.

L’economia della cittadina oggi si basa sul turismo e vi offre una vasta scelta di strutture ricettive: hotel, campeggi, appartamenti, alberghi, agriturismi, residence e bed & breakfast, per una indimenticabile vacanza sul lago di Garda.

Riva del Garda è oltremodo famosa per la presenza di importanti industrie di produzione di carta e di trasporto su gomma.

Una cittadina dinamica, vivace, adagiata in un vero e proprio angolo di paradiso, dove l’azzurro del lago è intenso e l’aria è tersa e pulita. Circondata non solo dal verde delle imponenti montagne che si specchiano nelle acque blu del lago, ma a Riva del Garda è possibile trovare uliveti, vigne, limoni proprio perchè caratterizzata da un clima mite e mediterraneo, apprezzato sin dall'anticità.

COSA VISITARE:

Piazza III Novembre, dove s'innalza la torre Apponale, con i suoi palazzi di gusto lombardo-veneto, si apre sullo specchio del lago sotto gli strapiombi del Monte Rocchetta (m 1575).

Collegata da portici quattrocenteschi con Palazzo Pretorio è la Casa del Comune, fatta ristrutturare fra il 1475 ed il 1482 adornata da vari stemmi tra cui quello di Riva. Attraverso la porta bruciata, antico archivolto che congiunge i due palazzi, si accede a piazza San Rocco che conserva l'aspetto rustico-medioevale dell'antica Riva.
Da vedere la chiesa dei SS. Rocco e Vigilio distrutta, eccetto l'abside, durante la guerra 1915-18. Via Fiume termina con la medioevale porta San Marco, ricostruita dai Veneziani nella seconda metà del XV secolo e restaurata nel 1536 dal Vescovo Bernardo Clesio.

Percorrendo Via Gazzoletti, si giunge alla Rocca, che risale al 1124. Davanti, sulla sinistra, l'alberata piazza C. Battisti e a lato piazza Garibaldi, dalla quale parte la signorile via Maffei con i suoi palazzi: Lutti, Armani, Clari, Martini che mostrano sale ricche di affreschi e dipinti.

Da Piazza C.Battisti s'imbocca Viale San Francesco, all'inizio del quale si intravedono i resti della cinta muraria della città; qui si trovava la Porta San Francesco. Tornando in Piazza Garibaldi e salendo per Via Mazzini si giunge in Piazza Cavour, dove sorge la chiesa S. M. Assunta. In fondo al viale spicca la chiesa dell'Inviolata.

Dalla circonvallazione, proprio sopra l'antico borgo al Castello, un sentiero ombreggiato da pini conduce in ca. 30 minuti al Bastione, fortezza veneta del 1508; il Bastione esiste già precedentemente (1450), viene rifatto dai Veneziani tondo per sfuggire ai colpi di cannone; minato nel 1703 dal generale francese Vendôme viene preso nel 1796 dalla truppe napoleoniche. Il Bastione di pietra grigia sovrasta la città e il lago; offeso dal tempo e dagli eventi rimane uno dei simboli di Riva. Proseguendo la passeggiata per ancora 1 ora ca. troviamo la capanna sociale di S. Barbara e poco oltre la chiesetta di S. Barbara (m 625), costruita nel 1935 dai minatori in una superba posizione panoramica.

Proseguendo la passeggiata ai piedi del Monte Brione (m 376) si arriva al porto San Nicolò costruito in epoca fascista e ora riparo di imbarcazioni da diporto e campo base del gruppo sommozzatori. Da qui un lungolago con ampia spiaggia di ghiaino bianco conduce al villino Campi. L'edificio, in stile liberty, è sede del Centro di Valorizzazione Scientifica del Garda, nato con lo scopo di creare un polo di diffusione culturale degli aspetti ambientali della risorsa acqua e dell'ecosistema lacustre. 

A ca. 10 km da Riva la frazione di Campi, con la zona archeologica San Martino. Poco all'interno della strada che da Campi conduce a Malga Grassi gli scavi sul Monte S.Martino hanno portato alla luce un imponente edificio di età romana soggetto a varie ristrutturazioni e trasformazioni nel corso del tempo, probabilmente utilizzato come luogo di culto. 

Testi di proprietà dell'APT del Garda Trentino - Riva del Garda

SPORT CONSIGLIATI: 

VELA: FRAGLIA VELA
il più famoso e antico centro nautico del Garda trentino
38066 RIVA DEL GARDA (TN) - Viale G. Maroni 2
Tel. 0464 552460 - Fax 0464 557120 

WINDSURF: SURF SEGNANA:
Otto centri di altissimo livello a Torbole, a Riva del Garda e al Lago di Molveno. Tel. 0464 505963. 

SUBACQUEA:
Gruppo Sommozzatori Fips
Viale Rovereto,140 Porto S. Nicolò - Riva del Garda
Tel. 0464 555120  

 

I tuoi preferiti  
cancella tutti